Allattamento e Babywearing

Portare il proprio bambino in fascia o con un altro supporto presenta notevoli benefici. Tra questi vi è anche un aiuto nell’allattamento.

Ma come avviene?? Nessuna magia … si tratta di risposte fisiologiche del nostro corpo: gli ormoni!

Il contatto prolungato mamma-bambino nel  babywearing  fa aumentare la produzione di ossitocina, l’ormone “dell’amore e del benessere” per eccellenza. Associato alla prolattina interviene in modo attivo nell’allattamento al seno promuovendolo.

Quando un bimbo si avvicina al seno, lo tocca, annusa e poi succhia vi è un rilascio importante di ossitocina con una conseguente buona produzione di latte.

Se a questo uniamo uno stato di tranquillità e benessere della mamma dovuto al contatto prolungato con il bambino  si  evince che il babywearing diviene  un grande aiuto all’allattamento al seno oltre all’instaurarsi di un legame profondo nella diade. Anche se abbiamo un avvio difficoltoso dell’allattamento, preoccupazioni, ansie o altro, portare il proprio bambino  aiuta a riconoscere precocemente i suoi segnali di fame, a farlo rilassare ed ad evitare  il  fastidioso reflusso che nella posizione cuore a cuore diminuisce in maniera drastica.

Il babywearing non solo favorisce l’allattamento, ma è possibile anche proprio allattare in fascia!

Oltre ad utilizzare la fascia come metodo preferenziale nell’accudimento del neonato è comunque possibile in alcuni casi anche allattare se stiamo usando un marsupio, una fascia ad anelli o un mei tai.

Con dei piccoli accorgimenti la mamma non dovrà nemmeno  far uscire il bimbo dal supporto!

Da controllare sempre la sicurezza, pervietà delle vie aeree in primis. Senza contare poi che la posizione verticale, come nella biological nurturing, fa si che si cambi da quella “a culla” (la più comunemente usata per allattare). L’ideale quindi per drenare i vari quadranti (parti) del seno.

Nelle prime settimane di vita del bambino consigliamo di prendersi tutto il tempo necessario per un buon avviamento dell’allattamento; una volta  ben avviato comunque,  se la mamma sa portare in maniera adeguata il suo bambino,  è possibile allattare in fascia in tutta tranquillità.

Allattando in fascia non sempre si hanno le mani libere, soprattutto se il bimbo è neonato, o si addormenta durante la poppata; si deve infatti  comunque sostenere la testa e una volta terminata la poppata si deve mettere il bebè ad altezza e posizione corretta. Alcune mamme riescono a farlo camminando, o facendo altre cose; il consiglio  ottimale è  sempre  quello di prendersi del tempo, di imparare a rispettare i propri ritmi perché ogni mamma ed ogni bambino sono unici.

Con una consulenza è possibile imparare ad allattare in fascia, mei tai, marsupio, ringsling o altri supporti in tutta sicurezza e tranquillità.

Affidatevi ad una consulente Babywearing: vi accompagnerà con gioia in questo meraviglioso percorso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette + 19 =