BabyWearing Peer Supporter

www.babywearingitalia.it

Dal 2019,   babymio si arricchisce e cerca di dare  nuove opportunità ai genitori che si affidano alla sua esperienza nel mondo della maternità, dell’ecologia e del BABYWEARING dal 2007!

Sono ormai più di 11 Anni di lavoro e di soddisfazioni, di ricerca continua, di contatto diretto con moltissimi di voi: grazie alle mamme e ai papà che da sempre ci seguono,   BabyMio continua a vivere e a prosperare…grazie di Cuore!

Da Gennaio 2019 siamo presenti a Verona e in tutta Italia via Skype, messenger o WhatsApp come Babywearing Peer Supporter a titolo completamente gratuito per i genitori che intendono approcciarsi al mondo del portare.

A breve inizieremo anche un servizio di consulenza approfondita  online o  diretta con i genitori che ne faranno richiesta.

Questi incontri gratuiti si terranno in tutti i centri per la maternità dove babymio opera  da sempre ma anche nella nostra showroom di Verona previo appuntamento.

Per chi abita e vive fuori Verona possiamo sentirci per lezioni individuali  “virtuali” o direttamente da voi .

Speriamo che 11 anni di attività sul campo portino grande frutto anche in questo settore.

Sempre più mamme  negli ultimi anni ci hanno richiesto informazioni, aiuto e supporto e noi di babymio da quest’anno siamo pronti, anzi prontissimi e aperti a questa nuova esperienza!

Per questo, come titolare di BabyMio, ho deciso di intraprendere il percorso di formazione con una scuola italiana del portare che ho trovato essere molto aperta, attenta all‘empatia con le famiglie che desiderano aiuto in questo campo, “elastica” , non giudicante e assolutamente preparata sull’argomento “bonding-attaccamento” mamma bambino, “babywearing”, “kangaroo mother care”  e con  una visione “europea” del babywearing che mi ha dato molte informazioni che non riuscivo a trovare sul nostro territorio.

Il corso di Peer supporter è stato  già concluso con successo, ora iniziamo il percorso come consulente del portare “ufficiale”!

Spero che questa notizia renda felici tutti i genitori che mi avevano spronato ad intraprendere questa strada negli ultimi anni.

Portare i propri figli è un’esperienza molto personale, intima, delicata….un’esperienza indimenticabile!

Porto da sempre  dentro di me le sensazioni di amore, pace, talvolta anche  di stanchezza condivisa ma di continua evoluzione e conoscenza con i miei due figli.

Ho sempre raccontato alle mamme che ho avuto il privilegio di conoscere di questa mia esperienza e le ho sempre spronate a dedicare tempo a questo tipo di “cura speciale” del rapporto madre / figlio, padre / figlio.

Anche il contatto pelle a pelle, l’abbraccio, il nutrimento mi hanno dato moltissimo e per questo penso che la parola “babywearing” sia in qualche modo limitante nell’esperienza di un genitore che vive a stretto contatto con il proprio figlio.

Portare appresso, portare addosso non è una parola abbastanza “forte”  per raccontare la vita di una madre e di un padre che decidono di con-dividere i respiri, i pianti, gli stati d’animo del proprio neonato sentendolo “addosso”.

Chi porta o trascorre molto tempo insieme al proprio bambino nel lettone per esempio, capisce bene di cosa sto parlando!

Babywearing, allattamento, co-sleeping sono tutti modi per creare un legame indissolubile con “l’anima” che abbiamo deciso di accogliere nella nostra vita.

Ed è anche un modo per lui di accogliere noi con tutte le nostre fragilità; quando si partorisce un figlio si nasce a nuova vita quindi sì, dobbiamo imparare a conoscere il nostro bambino ma dobbiamo imparare nuovamente a “ri-conoscere” noi stessi.

Quella conoscenza intima e profonda si crea solo attraverso il tempo trascorso insieme, sentendoci, annusandoci, toccandoci.

La pelle è un veicolo unico per parlarsi con il cuore….

“babywearing” per me è tutto questo e molto di più!

I supporti, più o meno belli, più o meno costosi, sono la parte meno importante del portare ma per fortuna ad oggi abbiamo l’imbarazzo della scelta anche in questo settore; siamo genitori privilegiati!

Il supporto è il mezzo.

Per questo,  in tutti gli anni di attività portata avanti con passione e dedizione,  ho sempre cercato semplicemente  di raccontare la mia esperienza di madre che,  in tempi “non sospetti” e con molta naturalezza e istintività , ha sempre portato, contenuto, tenuto i propri figli a stretto contatto sia di giorno, per mezzo di supporti non strutturati come fasce (anche artigianali), mei tai e marsupi ,  che di notte condividendo il sonno con loro per molto tempo.

BabyMio nasce dalla storia di una Mamma, di un Papà e dei suoi due  meravigliosi Bambini: da oggi si arricchisce di questa nuova esperienza  da condividere con Voi con grande entusiasmo!

Per maggiori informazioni sui prossimi incontri informativi seguite la pagina fb e il gruppo babymio, scrivetemi e, se ne avete voglia,  mandatemi anche i vostri commenti, suggerimenti o testimonianze sul portare: sarà un piacere postare sul blog anche le vostre esperienze!

Buon Babywearing a tutti!

Emilia

emilia@babymio.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *