Coronavirus: i pannolini lavabili sono sicuri

In questi giorni dove si sta diffondendo sempre di più la preoccupazione per Il virus COVID-19 (Coronavirus), abbiamo cercato di vederci chiaro, tra le milioni di informazioni che sentiamo in tv e riceviamo dal web.

Come punto di riferimento abbiamo preso il sito del Ministero della Salute italiano (più attendibile di così non si può!)

Il Coronavirus si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata.

La via primaria sono le  goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate bocca, naso o occhi

I sintomi più comuni includono febbre, tosse, difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l’infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Generalmente i sintomi sono lievi ed a inizio lento. Alcune persone si infettano ma non sviluppano sintomi né malessere.

La maggior parte delle persone (circa l’80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Circa 1 persona su 6 con COVID-19 si ammala gravemente e sviluppa difficoltà respiratorie.

Le persone più suscettibili alle forme gravi sono gli anziani e quelle con malattie pre-esistenti, quali diabete e malattie cardiache. Al momento il tasso di mortalità è di circa il 2%. (Fonte OMS)

L’OMS ha dichiarato che le persone che ricevono pacchi non sono a rischio di contrarre il nuovo Coronavirus, perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici. 

Quindi tutti i prodotti, tessuti ed oggetti in generale importati dalla Cina non trasmettono il virus.

Quindi non abbiate paura di ricevere merce con i corrieri, sono del tutto sicure!!

Per saperne di più visitate il sito del Ministero della Salute

Usare i pannolini lavabili o gli assorbenti lavabili oltre ad essere sicuri, possono essere un modo per evitare luoghi affollati (come supermercati) per andarli ad acquistare e quindi diminuire così le possibilità di diffusione e contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × quattro =